Disable Preloader

Dimmi dove ingrassi e ti dirò perché!

Niente è più attendibile dello specchio quando ci troviamo ad analizzare la nostra condizione fisica. Purtroppo spesso, nonostante una serie di tentativi per cercare di dimagrire, abbiamo avuto risultati quantomeno scarsi se non addirittura impercettibili. Questo significa che i rimedi da adottare sono altri: se la dieta fa perdere peso ma non riduce i tessuti adiposi, allora vuol dire che non è stata individuata la vera causa del problema.

Diviene necessario esaminare bene dove si sono depositati i cuscinetti con quale volume e consistenza si presentano. Infatti, a seconda di come e dove si localizzano queste masse adipose, possiamo risalire all’esistenza di uno squilibrio organico. Solo eliminando tale squilibrio si otterrà un dimagrimento agevole e definitivo. Analogamente chi è in netto sovrappeso, deve analizzare le zone in cui le rotondità sono più accentuate mentre chi ha solo qualche chilo in più ha solo la necessità di individuare le aree di rilassamento dei tessuti, dove si è perso tono, o dove si intravedono accenni di cellulite. Infatti il grasso assume fisionomie differenti in base alla parte del corpo dove si localizza e la dieta va individualizzata in base alla zona in cui si accumula il tessuto adiposo.

  1. GRASSO SULL’ADDOME

Se il grasso è localizzato soprattutto in questa zona del corpo, quella addominale, significa che il tuo problema è lo stress. Lavoro intenso, forti tensioni emotive, delusioni affettive, innescano meccanismi inconsci che stressano i fisiologici sistemi di allarme nei confronti dello stress con l’associato squilibrio ormonale che deriva dalla spontaneoa attivazione dei meccanismi di adattamento. La tipica conseguenza è che, pur rimanendo magri in tutto il resto del corpo, si metta su la classica pancetta.

  1. ADIPOSITA’ SOTTO L’OMBELICO, SU BRACCIA E COSCE

I depositi di grasso in queste zone del corpo sono legati ad un’alimentazione sbilanciata verso l’eccessivo consumo di carboidrati: responsabile è la risposta insulinica. In tal caso è necessario adottare una alimentazione che sia in grado di controllarne i picchi: in caso contrario l’eccessiva produzione di insulina favorirà l’estensione e l’inspessimento dei cuscinetti.

  1. ADIPOSITA’ SU FIANCHI, GLUTEI ED ESTERNO COSCE

In questi casi, il grasso è localizzato in prevalenza nella parte medio – bassa del tronco. Con buona probabilità la ragione è legata all’utilizzo di ormini estroprogestinici (di solito la pillola anticoncezionale) che hanno eccessivamente alterato l’equilibrio del tuo sistema biochimico ormonale. Lo squilibrio può anche essere legato ad alterazioni ormonali di cui soffre la persona e non alla pillola anticoncezionale.

  1. ADIPOSITA’ SU GAMBE E CAVIGLIE

L’adipe localizzato soprattutto su gambe e caviglie rispecchia problematiche più di carattere vascolare. La circolazione venosa e arteriosa è alterata e non consente un adeguato scarico dei liquidi dagli arti inferiori, con accumulo di scorie e tossine che danno luogo a cellulite e gonfiori.

 

Share:

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × due =